SEZIONE D

PATATA D 149 Codice decimale a due cifre 0 Germina- 1 Sviluppo fogliare zione 01 05 09 11 15 19 5 Infiorescenza 6 Fioritura 51 61 55 59 65 Formazione del tubero 40 7 Sviluppo del frutto 69 71 75 43 8 Maturazione 9 Senescenza di frutto e seme 79 45 85 89 91 95 48 ie gl e ion ns me 97 49 % tubero del 100 80 Di 80 93 47 Ge rm og li ef o 100 81 60 60 40 40 20 20 0 Germina- 1 Sviluppo fogliare del fusto principale Secondo ordine zione 001 005 009 101 105 109 111 115 119 121 125 129 Terzo ordine 131 135 139 Quarto ordine 141 145 149 9 Senescenza Codice decimale a tre cifre 901 903 905 907 4 Formazione del tubero 400 403 405 407 408 409 FIG. 1.10 Fasi fenologiche di accrescimento della coltura della patata proposte da Hack et al. (1993). scala relativa compresa tra 00 (tubero seme dormiente) e 99 (raccolta dei tuberi). In tutte le cultivar, l emergenza avviene 25-30 giorni dopo l applicazione dell impianto. Successivamente, l accumulo iniziale di sostanza fresca delle foglie e l incremento del LAI hanno un andamento di tipo esponenziale e molto similare tra loro: nelle precoci, esso raggiunge i massimi valori a 65-75 giorni dall impianto e, in seguito, la quota di assimilati netti delle foglie e il LAI diminuiscono molto rapidamente (Fig. 1.11). Nelle tardive, invece, i massimi vengono raggiunti a 80-90 giorni dall impianto. Anche la tuberizzazione risulta significativamente diversificata in relazione alla classe di maturità delle cultivar. L emissione degli stoloni avviene quando le foglie inviano specifici segnali chimici identificati nell acido jasminico, che stimola la produzione dell acido tuberinico. La differenziazione dei primordi dei tuberi inizia pochi giorni dopo (circa 8-10 gg) ed è controllata anch essa dalla luce che regola la biosintesi dell acido gibberellico (GA). D

SEZIONE D
SEZIONE D
PRODUZIONI VEGETALI ERBACEE
Da quando l’uomo, oltre 12.000 anni fa, ha iniziato la sua transizione da una civiltà primordiale, basata sulla caccia e la raccolta di prodotti naturali, a una civiltà sempre più evoluta e basata sull’agricoltura (selezione e coltivazione dei vegetali commestibili e addomesticamento animale), le specie vegetali erbacee, prima naturali e poi coltivate, si sono sempre dimostrate determinanti per garantire la sopravvivenza e la stabilità sociale delle comunità.Nella presente Sezione D del Manuale dell’Agronomo, le più importanti Colture erbacee vengono presentate e suddivise nelle loro attuali categorie: cereali, leguminose da granella, colture oleaginose, colture da inulina, colture da fibra, colture da zucchero, patata e pomodoro in pieno campo, tabacco e colture bioenergetiche. Sono inoltre esposte a trattazione anche le altre categorie di colture quali: le colture foraggere e i relativi metodi di conservazione, le coltivazioni orticole, le coltivazioni floricole e ornamentali, e anche il comparto delle piante aromatiche e officinali.Delle specie appartenenti a ciascun gruppo considerato vengono descritti: l’importanza economica e la diffusione della coltura; i caratteri botanici e il ciclo biologico; le esigenze climatiche e pedologiche; le varietà e il miglioramento genetico.Per la tecnica colturale si riportano gli aspetti relativi ad avvicendamento, sistemazione e preparazione del terreno, concimazione, semina, lotta alle malerbe, irrigazione, altre eventuali pratiche e raccolta. Relativamente alla produzione, sono illustrate le tipologie di prodotti e le rese conseguibili, qualità e caratteristiche mercantili, impieghi e conservazione.Per quanto riguarda invece le avversità, biotiche e abiotiche, per un quadro completo e per le relative tecniche di difesa si rimanda alla Sezione G - Avversità e difesa delle colture del presente Manuale.Coordinamento di SezioneMario Baldini, Francesco Danuso, Romano GiovanardiRealizzazione e collaborazioniElena Accati Garibaldi, Michele Baglini, Mario Baldini, Chiara Bartolini, Vito Vincenzo Bianco, Stefano Bocchi, Basilio Borghi, Gianluca Burchi, Fabio Castelli, Luigi Cattivelli, Andrea Cavallero, Claudio Cervelli, Salvatore Luciano Cosentino, Stefano Cosimi, Luigi Damiani, Francesco Danuso, Giuseppe De Mastro, Giovanni Delogu, Agostino Falavigna, Enrico Farina, Floriano Ferri, Salvatore Foti, Fiorenzo Gimelli, Romano Giovanardi, Antonio Grassotti, Giovanni Guarda, Giuseppe La Malfa, Sara Lazzereschi, Vittorio Marzi, Vitangelo Magnifico, Elisabetta Mercatelli, Beatrice Nesi, Alberto Paradossi, Carlo Pasini, Diana Pestrin, Aldo Pollini, Marco Sandonà, Pietro Siviero, Mariolino Snidaro, Antonio Michele Stanca, Paolo Talamucci, Romano Tesi, Debora Trinchello, Domenico Ugulini, Mauro Vecchiettini, Giampietro Venturi, Roberta Venturo, Giampaolo Zanin