SEZIONE H

H 206 ZOOTECNIA E ALLEVAMENTO ANIMALE - OVINI SYRIA 482,809 SOMALIA 430,000 in o L e in ( s n d ROMANIA 330,000 SPAGNA 306,000 IRAN 300,000 FRANCIA 250,000 ALGERIA 200,000 IRAQ 157,500 BULGARIA 100,000 CINA 880,000 ITALIA 850,000 TURCHIA 785,000 GRECIA 670,000 SUDAN 490,000 PORTOGALLO 98,000 MALI 96,000 EGITTO 93,000 INDONESIA 88,500 MAURTANIA 84,150 ALBANIA 75,000 FIG. 6.3 Produzione di latte ovino nel mondo, in milioni di t (dati FAO). Così come per gli altri Paesi mediterranei, in Italia la produzione di latte ovino assume un importante valore nella produzione agraria per il significato che il formaggio di pecora assume a livello economico e culturale nel campo dell alimentazione mediterranea. Il pecorino registra attualmente in Italia un consumo di circa 28.000 t, pari a circa 0,5 kg/anno pro capite, collocandosi al secondo posto nella graduatoria dei formaggi a pasta dura e semidura DOP (dopo Grana Padano e Parmigiano Reggiano) maggiormente prodotti in Italia, con un flusso di esportazione di 23.000 t, soprattutto orientato verso il mercato nord-americano, ma anche europeo, con Francia, Germania e Svizzera ai primi posti. Oltre al formaggio pecorino, differentemente prodotto con varie denominazioni e in varie Regioni d Italia come pecorino sardo, romano, toscano, siciliano, canestrato pugliese, ecc., tra i prodotti caseari ovini più rinomati vi sono la caciotta e la ricotta. La produzione di latte ovino ha origine prevalentemente da razze ovine nazionali autoctone o, per lo meno, un tempo ritenute tali. Alcune di esse, come le razze Sarda e Comisana, hanno infatti varcato i confini regionali per diffondersi su tutto il territorio nazionale. La produzione di latte, sempre più orientata verso il sistema di allevamento H06_Ovini.indd 206 5/30/18 11:56 AM r lo p d p r c 5 D d m m m m m v n c le d o

SEZIONE H
SEZIONE H
ZOOTECNIA E ALLEVAMENTO ANIMALE
I contenuti afferenti alla Zootecnia, e agli allevamenti in generale, si compongono di diverse parti, fra loro complementari, e il cui studio dovrebbe seguire un ordine cronologico. Posta a priori la conoscenza dei principali elementi di anatomia e fisiologia animale, di cui in questa Sezione del Manuale dell’Agronomo abbiamo previsto un semplice schema iniziale e riepilogativo, le diverse parti che compongono la struttura dei contenuti sono definite nel seguente percorso.La Zoognostica, che attraverso la valutazione morfo-funzionale individua i soggetti più adatti alle svariate funzioni richieste (una fra tutte, la riproduzione finalizzata al miglioramento della razza).La Genetica e il Miglioramento genetico (trattati unitamente alla Genetica agraria nella Sezione B di questo Manuale) forniscono gli elementi per conoscere e valorizzare il comportamento ereditario dei caratteri.L’alimentazione e la nutrizione circoscrivono le informazioni necessarie a definire e predisporre una corretta razione alimentare.La Zootecnia speciale definisce infine i mezzi per ottimizzare le produzioni con idonee tecniche di allevamento per ciascuna specie animale considerata.Inoltre, ostetricia e ginecologia, malattie e profilassi veterinaria, identificazione e benessere animale definiscono e completano l’ambito operativo dell’intero comparto.Oltre all’allevamento delle specie di maggiore interesse e diffusione (bovini, suini, equidi, ovicaprini, avicunicoli), sono esposte le tecniche di acquacoltura, per i pesci di maggior interesse, e l’allevamento di svariate specie minori e alternative (struzzo, selvaggina, ungulati). Sono proposte in questa Sezione anche le tecniche di apicoltura, bachicoltura ed elicicoltura.Nel testo, sono numerosi anche i riferimenti trasversali e i rimandi ad altre Sezioni (es. Costruzioni rurali, ecc.), per una visione più ampia e completa degli argomenti esposti.Coordinamento di SezioneAdalberto FalaschiniRealizzazione e collaborazioniMaurizio Bianchi, Claudio Cavani, Stefania Dall’Olio, Claudio De Fanti, Giorgio Della Vedova, Jorgelina Di Pasquale, Michele Drigo, Adalberto Falaschini, Achille Franchini, Franco Frilli, Adele Meluzzi, Attilio Mordenti, Oliviero Mordenti, Federico Morimando, Paolo Parisini, Daniela Pasotto, Mario Pietrobelli, Marco Ragni, Federico Sirri, Maria Federica Trombetta, Domenico Ugulini, Arcangelo Vincenti