SEZIONE H

il io è m e ti e- e a. e r a- BACO DA SETA Concimazione. Per un gelseto in formazione sono indicativamente necessari 140-160 kg/ha di azoto da distribuire per il 30-40% in autunno, con concime a lenta cessione, e in primavera per la restante parte. Assieme all azoto sono da distribuire 30-40 kg/ha di fosforo (P2O5) e potassio (K2O). Per un gelseto in produzione: 160-180 kg/ha di azoto (sempre suddiviso nei due periodi autunnale e primaverile) e 60-80 kg/ha di fosforo e potassio. Lavorazioni, diserbo e irrigazione. Le lavorazioni da eseguire nel gelseto sono quelle di cui necessita qualsiasi arboreto. Utile è l erpicatura per arieggiare il terreno, distruggere le infestanti, interrare i concimi. Interventi estivi sono indispensabili nelle zone di scarsa disponibilità idrica, per ridurre l evaporazione, indurre l approfondimento delle radici e ostacolare lo sviluppo delle infestanti. In collina, se non vi sono problemi di siccità, si può inerbire il terreno per ostacolare l erosione, sfalciando periodicamente l erba che viene lasciata sul posto. Il diserbo lungo le file, dopo i primi due anni (durante i quali la pianta è sensibile), rappresenta un alternativa alle lavorazioni. Generalmente il gelseto non è irrigato, in quanto l aumento di produzione che tale pratica comporta non compensa i costi. Si parla perciò, per il gelso, quasi esclusivamente di irrigazione di soccorso. Tuttavia, se l impianto d irrigazione è già predisposto e l acqua è utilizzabile con una spesa modesta, il gelseto si avvantaggerà notevolmente delle maggiori disponibilità idriche. a a a ae a di o eti ti ra e e oe aa. a ei ae, a H 401 Uova in diapausa Estivazione, ibernazione e incubazione H Nascita Incubazione Farfalla Prima età Uova non in diapausa Prima muta Seconda età Bozzolo e crisalide Seconda muta Terza età Terza muta Quarta muta Quarta età Salita al bosco e filatura bozzolo Quinta età FIG. 16.1 Ciclo biologico del baco da seta. H16_Apicoltura.indd 401 5/30/18 12:22 PM

SEZIONE H
SEZIONE H
ZOOTECNIA E ALLEVAMENTO ANIMALE
I contenuti afferenti alla Zootecnia, e agli allevamenti in generale, si compongono di diverse parti, fra loro complementari, e il cui studio dovrebbe seguire un ordine cronologico. Posta a priori la conoscenza dei principali elementi di anatomia e fisiologia animale, di cui in questa Sezione del Manuale dell’Agronomo abbiamo previsto un semplice schema iniziale e riepilogativo, le diverse parti che compongono la struttura dei contenuti sono definite nel seguente percorso.La Zoognostica, che attraverso la valutazione morfo-funzionale individua i soggetti più adatti alle svariate funzioni richieste (una fra tutte, la riproduzione finalizzata al miglioramento della razza).La Genetica e il Miglioramento genetico (trattati unitamente alla Genetica agraria nella Sezione B di questo Manuale) forniscono gli elementi per conoscere e valorizzare il comportamento ereditario dei caratteri.L’alimentazione e la nutrizione circoscrivono le informazioni necessarie a definire e predisporre una corretta razione alimentare.La Zootecnia speciale definisce infine i mezzi per ottimizzare le produzioni con idonee tecniche di allevamento per ciascuna specie animale considerata.Inoltre, ostetricia e ginecologia, malattie e profilassi veterinaria, identificazione e benessere animale definiscono e completano l’ambito operativo dell’intero comparto.Oltre all’allevamento delle specie di maggiore interesse e diffusione (bovini, suini, equidi, ovicaprini, avicunicoli), sono esposte le tecniche di acquacoltura, per i pesci di maggior interesse, e l’allevamento di svariate specie minori e alternative (struzzo, selvaggina, ungulati). Sono proposte in questa Sezione anche le tecniche di apicoltura, bachicoltura ed elicicoltura.Nel testo, sono numerosi anche i riferimenti trasversali e i rimandi ad altre Sezioni (es. Costruzioni rurali, ecc.), per una visione più ampia e completa degli argomenti esposti.Coordinamento di SezioneAdalberto FalaschiniRealizzazione e collaborazioniMaurizio Bianchi, Claudio Cavani, Stefania Dall’Olio, Claudio De Fanti, Giorgio Della Vedova, Jorgelina Di Pasquale, Michele Drigo, Adalberto Falaschini, Achille Franchini, Franco Frilli, Adele Meluzzi, Attilio Mordenti, Oliviero Mordenti, Federico Morimando, Paolo Parisini, Daniela Pasotto, Mario Pietrobelli, Marco Ragni, Federico Sirri, Maria Federica Trombetta, Domenico Ugulini, Arcangelo Vincenti