6.1.2 I tipi nella specie cavallina

H 48 ZOOTECNIA E ALLEVAMENTO ANIMALE - ZOOGNOSTICA f anchi di media lunghezza; groppa larga, lunga, orizzontale; cosce con muscoli di giusto sviluppo; natiche di medio spessore e profilo diritto o concavo; coda ben attaccata, lunga e sottile; arti sottili, resistenti; pelle sottile, morbida, ben distaccabile in pliche, ricoperta di peli fini e lucidi; mammella ben sviluppata e ben conformata, spugnosa alla palpazione dopo la mungitura, ricoperta di scarsa peluria, untuosa al tatto; sistema venoso, epi- e perimammario, ben sviluppato. Vi appartengono le razze Frisona, Bruna e Jersey. Tipo da carne. Di tipo brachimorfo e costituzionalmente digestivo, ipossidativo, ipotiroideo e ipogenitale. Presenta: testa corta, leggera, con fronte larga e dorso del naso e musello larghi; collo corto, muscoloso, con scarsa giogaia; garrese basso e largo; spalle muscolose; petto ampio; torace rotondo, largo, profondo, alto; dorso e reni diritti, lunghi, larghi e muscolosi; groppa larga, lunga, con masse muscolari ben sviluppate; cosce spesse, muscolose, con faccia interna ed esterna convesse; natiche lunghe, spesse, ben discese, con profilo convesso; arti proporzionatamente brevi, con scheletro robusto e compatto, ma non voluminoso; pelle sottile, morbida. Conformazione generale paragonabile a quella di un parallelepipedo. Vi appartengono le razze italiane Marchigiana, Romagnola e Piemontese e le straniere Hereford, Aberdeen Angus, Limousine e Charollaise. Tipo ad attitudini multiple. Animale armonico, ben conformato, di tipo morfologico tendente al mesomorfo e costituzionalmente intermedio, adatto a produrre sia latte, sia carne, rappresentato dalle razze Normanna, Durham, Modenese e Pezzata Rossa Italiana. 6.1.2 I tipi nella specie cavallina Tipo dolicomorfo. Costituzionalmente di tipo respiratorio e longilineo presenta: testa leggera; collo lungo, robusto non pesante; garrese alto; spalla lunga, inclinata, con muscoli lunghi; torace alto, profondo, con costole dirette all indietro; addome di sviluppo contenuto; dorso lungo e diritto; reni larghe e brevi; fianchi brevi; groppa lunga e orizzontale; arti lunghi, muscolosi, con articolazioni robuste e larghe; piede piccolo con unghia resistente; pelle fine. Sono di questo tipo: purosangue Arabo, purosangue Inglese, cavallo Siciliano, cavallo Sardo, trottatore Americano, ecc. Tipo mesomorfo. Di tipo muscolare è caratterizzato da: armonia delle forme e solidità; collo di media lunghezza, muscoloso; garrese alto e largo; spalle di giusta inclinazione, non molto lunghe e abbastanza muscolose; petto ampio e muscoloso; torace largo, profondo; dorso di media lunghezza; reni brevi e robuste; groppa larga con inclinazione atta alla buona velocità e alla potenza; arti robusti con articolazioni larghe. Vi appartengono l Hunter irlandese, l Hackney, l Avelignese, ecc. Tipo brachimorfo. Costituzionalmente di tipo digestivo è detto anche brevilineo. Caratteristiche: testa pesante; collo breve, muscoloso, massiccio, con profilo convesso; garrese largo; petto ampio e muscoloso; spalle tendenti alla verticale con rilevante sviluppo muscolare; dorso e reni brevi, diritti, larghi e spesso doppi, potenti; groppa inclinata spesso doppia; coscia muscolosa con muscoli forti, potenti; arti brevi, robusti, muscolosi, con articolazioni; piedi grandi. Vi appartengono il cavallo Bretone, il Belga, il Percheron, ecc. 6.1.3 I tipi nella specie ovina. Gli ovini possono essere riuniti in tre gruppi: da latte (Langhe, Sarda, ovini della Frisia orientale); da carne (ovini le de France, Dishley, Suffolk, ecc.); ad attitudini multiple (ovini della razza Sopravissana, Pagliarola, Appenninica, ecc.). I rispettivi caratteri morfologici e costituzionali principali sono gli stessi dei bovini. H01-2_AnatomoFiologica.indd 48 14/06/18 19:11 H.2 7 P a c le in a d d g e c c r 7 t s p m e 7 d g in d t d in

SEZIONE H
SEZIONE H
ZOOTECNIA E ALLEVAMENTO ANIMALE
I contenuti afferenti alla Zootecnia, e agli allevamenti in generale, si compongono di diverse parti, fra loro complementari, e il cui studio dovrebbe seguire un ordine cronologico. Posta a priori la conoscenza dei principali elementi di anatomia e fisiologia animale, di cui in questa Sezione del Manuale dell’Agronomo abbiamo previsto un semplice schema iniziale e riepilogativo, le diverse parti che compongono la struttura dei contenuti sono definite nel seguente percorso.La Zoognostica, che attraverso la valutazione morfo-funzionale individua i soggetti più adatti alle svariate funzioni richieste (una fra tutte, la riproduzione finalizzata al miglioramento della razza).La Genetica e il Miglioramento genetico (trattati unitamente alla Genetica agraria nella Sezione B di questo Manuale) forniscono gli elementi per conoscere e valorizzare il comportamento ereditario dei caratteri.L’alimentazione e la nutrizione circoscrivono le informazioni necessarie a definire e predisporre una corretta razione alimentare.La Zootecnia speciale definisce infine i mezzi per ottimizzare le produzioni con idonee tecniche di allevamento per ciascuna specie animale considerata.Inoltre, ostetricia e ginecologia, malattie e profilassi veterinaria, identificazione e benessere animale definiscono e completano l’ambito operativo dell’intero comparto.Oltre all’allevamento delle specie di maggiore interesse e diffusione (bovini, suini, equidi, ovicaprini, avicunicoli), sono esposte le tecniche di acquacoltura, per i pesci di maggior interesse, e l’allevamento di svariate specie minori e alternative (struzzo, selvaggina, ungulati). Sono proposte in questa Sezione anche le tecniche di apicoltura, bachicoltura ed elicicoltura.Nel testo, sono numerosi anche i riferimenti trasversali e i rimandi ad altre Sezioni (es. Costruzioni rurali, ecc.), per una visione più ampia e completa degli argomenti esposti.Coordinamento di SezioneAdalberto FalaschiniRealizzazione e collaborazioniMaurizio Bianchi, Claudio Cavani, Stefania Dall’Olio, Claudio De Fanti, Giorgio Della Vedova, Jorgelina Di Pasquale, Michele Drigo, Adalberto Falaschini, Achille Franchini, Franco Frilli, Adele Meluzzi, Attilio Mordenti, Oliviero Mordenti, Federico Morimando, Paolo Parisini, Daniela Pasotto, Mario Pietrobelli, Marco Ragni, Federico Sirri, Maria Federica Trombetta, Domenico Ugulini, Arcangelo Vincenti