6.11 Programmazione sanitaria e controlli

L 710 GENIO RURALE E MECCANIZZAZIONE AGRARIA - MECCANICA E MECCANIZZAZIONE... Non solo la legge promuove la presenza in azienda e sulle macchine di una cartellonistica adeguata, ma la stessa punisce chi adotta una cartellonistica confusionaria, cioè non conforme alle misure suggerite del Documento di Valutazione dei Rischi . Sono molti a credere che l abbondanza di cartelli di vario genere e posti in punti inadatti, possa creare una presunzione assoluta di adempimento alla d.l. 81/08, a prova di multa o di infortunio. La realtà è ben diversa: anche il posizionamento della cartellonistica deve essere ben valutato ed effettuato da personale esperto (Fig. 5.55). FIG. 5.55 Forme e colori dei segnali. 6.11 Programmazione sanitaria e controlli. La legge 81/08 prevede che per la sorveglianza sanitaria sia nominato un medico competente che, per assolvere il suo ruolo, dovrebbe conoscere le condizioni di salute dei lavoratori, i tipi di rischio cui sono soggetti, i DPI e dovrebbe anche sapere informare e formare i lavoratori. Altri organi che hanno compiti di controllo in tema di sicurezza e prevenzione sono quelli indicati in Tabella 5.75. TAB. 5.75 Organi preposti alla sicurezza e alla prevenzione Vigili del fuoco Attività previste per la prevenzione degli incendi Pubblica sicurezza Vigilanza stradale, autorizzazioni per il trasporto Sindacati Controllo e applicazione delle norme di prevenzione Prefettura-Comuni Autorizzazioni impianti, carburanti, oli minerali, controllo inquinamento atmosferico ARPA (Regione), Provincia Eliminazione rifiuti tossici e pericolosi, controlli ambientali INAIL Denuncia infortuni, malattie professionali, corresponsione indennità ASL Controllo dell applicazione delle norme di sicurezza; indagine sugli infortuni, controllo contratti e attività previdenziali e assistenziali ISPESL Omologazione per recipienti in pressione, generatori di vapore, impianti di sollevamento 6.12 Formazione e informazione. L informazione e la formazione costituiscono due processi importanti e in continua evoluzione (Tab. 5.76). L informazione è un processo di trasmissione di contenuti strutturati in maniera organica dall emittente al L05_6_Salute.indd 710 5/31/18 10:43 AM r d m m c

SEZIONE L
SEZIONE L
GENIO RURALE E MECCANIZZAZIONE...
L’Ingegneria agraria comprende tutte quelle discipline – scientifiche e tecniche – inerenti le opere di ingegneria applicata allo sviluppo dei sistemi agricoli e forestali, e le relative applicazioni, di principi e leggi, ai processi di gestione dei fenomeni territoriali e al governo delle tecnologie e tecniche applicate; ciò al fine di studiare, modellare e valorizzare i sistemi biologici per uno sviluppo sostenibile dell’agricoltura, della produzione alimentare, dell’uso del suolo e dell’ambiente.Fra i vari settori applicativi dell’ingegneria agraria e dei biosistemi vi sono le aree che convergono nelle denominazioni di Genio rurale e Meccanizzazione agraria; in particolare, quei settori che si concentrano sulle discipline relative al campo ingegneristico dei sistemi agrari, forestali e biologici, dell’Idraulica agraria, del Rilievo e rappresentazione del territorio, delle Costruzioni rurali e della Meccanica agraria.Questa Sezione L del Manuale dell’Agronomo è stata opportunamente organizzata per corrispondere al meglio a tutte le esigenze dei contenuti circoscritti nell’ambito sopra descritto.A cominciare dai richiami di Fisica applicata e in stretto parallelismo con gli aspetti normativi, di sicurezza e benessere, si passano in rassegna i vari ambiti operativi:– idraulica, idrologia, sistemazione dei corsi d’acqua, senza tralasciare gli aspetti della gestione delle risorse idriche, dell’ingegneria naturalistica e della tutela ambientale;– geodesia, topografia e cartografia, geomatica, telerilevamento e sistemi informativi territoriali orientati all’analisi, gestione e tutela, di territorio, paesaggio e ambiente;– controllo ambientale, energetica, progettualità e gestione di strutture e attrezzature di edifici, opifici rurali e relativa impiantistica;– meccanica, motoristica, macchine e meccanizzazione agricola, con relative applicazioni gestionali e informatiche.Tutto questo insieme di conoscenze validamente e trasversalmente integrate nei due contesti, sia di Sezione così come dell’intero Manuale, contribuisce a finalizzare concretamente la professione del tecnico operante nei vari ambiti del sistema agrorurale.Coordinamento di SezionePierluigi BonfantiRealizzazione e collaborazioniMatteo Barbari, Pierluigi Bonfanti, Federico Cazorzi, Roberto Chiambrando, Alessandro Chiumenti, Roberto Chiumenti, Francesco Da Borso, Pasquale Dal Sasso, Giancarlo Dalla Fontana, Vito Ferro, Rino Gubiani, Adolfo Gusman, Massimo Lazzari, Fabrizio Mazzetto, Elisabetta Peccol, Pietro Piccarolo, Franco Sangiorgi, Giacomo Scarascia Mugnozza, Paolo Zappavigna