PSICOLOGIA - Tenacia, perseveranza e grinta di Mario

FORMAZIONE IDR Psicologia: i bambini oggi 4M@ CHLDMRHNMD HMSDQM@ RHFMH B@SHU@ ODQ KN RUHKTOON ETSTQN Tenacia, perseveranza e grinta Non abbiamo dati che correlano il comportamento in situazione di stress per la recente pandemia con un significativo peggioramento. Lo pensiamo e lo esaminiamo perché la situazione di Covid è stata vissuta da tutti come un disagio forte, in molti casi superiore certamente alle forze di un adulto (pensiamo ai lutti). Ipotizziamo anche che il Covid sia stata una situazione di tensione che ha disorientato comportamenti e abitudini di molti e anche dei più piccoli seppure in modo diverso. Un tale contesto ha certamente messo alla prova in modo differente le persone che hanno affrontato la situazione con molteplici comportamenti. Qualcuno si è rafforzato, ma forse molti si sono indeboliti. Mario Comoglio Docente ordinario emerito Università Salesiana Roma Introduzione Nell articolo precedente abbiamo introdotto il tema e la lettura di questi articoli. Parleremo delle ragazze e dei ragazzi «post-Covid , ma senza indicarne le caratteristiche. Proporremo alcune dimensioni con una serie di domande, utilizzando le quali il lettore si improvviserà «ricercatore , cioè si interrogherà sulle persone che conosce e trarrà le sue impressioni. Le conclusioni che ne trarrà non sono certo sicure e non è detto che siano una novità portata dal Covid, ma possono portare in evidenza bisogni educativi o suggerire come interpretare la situazione e orientare un intervento educativo. In questo articolo puntualizziamo l attenzione su una dimensione interna di ragazze e ragazzi ritenuta significativa per comprenderli anche in una prospettiva di sviluppo futuro. La indichiamo con tre parole che definiscono un unica caratteristica. In che cosa consiste questo atteggiamento Questo atteggiamento, che abbiamo descritto con tre parole diverse, di fatto indica come una persona agisce o reagisce positivamente a uno ostacolo che incontra o si frappone sul percorso verso un obiettivo. In generale, in una situazione equilibrata, chi possiede questo atteggiamento non si spaventa della difficoltà inaspettatamente incontrata, ma è sollecitato a reagire in modo non impulsivo, per affrontare l ostacolo in modo riflessivo. Altre persone, invece, di fronte alle stesse difficoltà non reagiscono allo stesso modo. Ma perché alcuni affrontano con coraggio l ostacolo come una sfida che possono superare e altri piuttosto si ritirano dalla provocazione? Alcuni ricercatori hanno rilevato questo comportamento come associato a convinzioni personali Un tratto molto importante Questo atteggiamento non è una realtà sulla quale si riflette solo ora. Vi sono molte ricerche e pubblicazioni, e lo si considera non solo un tratto molto importante, ma anche proprio della società occidentale. Di esso se ne parla ogni volta che una ragazza o un ragazzo è sottoposta/o a uno stress o a difficoltà. L Ora di Religione 10 Novembre 2023

L'Ora di Religione - N° 2
L'Ora di Religione - N° 2
Novembre 2023