L'Ora di Religione - N° 2

Alcuni paradigmi epistemici progettuali Una nuova logica Quanto segue può essere una valida bussola orientativa per il consiglio di classe in fase di progettazione. CRITERI FONDAMENTALI IL NOCCIOLO Metodo di lavoro del consiglio di classe: attivo-partecipativo. Nelle Indicazioni Nazionali si fa L impostazione sistemi Il rapporto tra i docenti del riferimento al «paesaggio educaca e unitaria dell ordinaconsiglio di classe: collaborativo tivo come metafora di un offerta mento scolastico italiano e cooperativo per promuovere un formativa che nella scuola crea uno e il rilievo dato dalle Ininsegnamento transdisciplinare. spazio pedagogico ampio, anche se dicazioni Nazionali alla Il Consiglio di classe: deve ricomplesso, presentando molteplici centralità della persona flettere sugli stili di apprendimenprospettive per la costruzione di perche apprende suggerito degli alunni e sui loro bisogni corsi di apprendimento significativi, scono un tipo di progetformativi. perché centrati sulla creazione di una S@YHNMD @SSHU@ DRRHAHKD D Scelte pedagogiche essenziarealtà educativa multidimensionale e modulare, strettamente li del consiglio di classe: indivia più livelli, la quale si apre a diverse correlata ai nuovi scenari dualizzazione, personalizzazione, istanze conoscitive attraverso un opdella società attuale. essenzialità (in riferimento ai conportuna modularità e flessibilità delle tenuti proposti), semplicità, effiprogettazioni didattiche. Flessibilicienza ed efficacia. tà, modularità, autonomia e diffe Scelta dei paradigmi epistemici per renziazione, secondo la logica pedagogica delle Indila progettazione: Costruttivismo, Cocazioni Nazionali, aiutano a mettere in essere azioni e struzionismo, Cognitivismo, Capability metodologie didattiche per: «valorizzare l esperienza e Approach, ecc. le conoscenze pregresse degli alunni; valorizzare la diversità; favorire attività di scoperta; attivare un apprendi Scelta delle metodologie didattiche: mento cooperativo; condurre ogni allievo alla consapevoad esempio, didattica laboratoriale, didatlezza del sé; prediligere attività didattiche laboratoriali . tica aperta, eas, ecc. Nel loro impianto pedagogico le Indicazioni Nazionali e i Campi di Esperienza fanno costante riferimento ai seguenti modelli epistemici progetNEL PROSSIMO NUMERO tuali: Cognitivismo, Costruttivismo, Costruzionismo e Capability Approach. Ovviamente, Il rapporto tra la progettazione didattica, nel documento non c è uno specifico riferimento PTOF e curriculo d istituto, focalizzando a uno dei suddetti modelli, ma la scelta del paral attenzione sugli elementi fondamendigma è condizionato dalle concrete situazioni ditali che ne determinano un adeguata e dattiche in cui ci si trova a operare. Il riferimento pertinente elaborazione. a uno o più paradigmi è dettato dalla logica delle Competenze, intese come acquisizione di poten- L Ora di Religione 17 Novembre 2023 FORMAZIONE IDR zialità o capacità per apprendere a sapere e a saper fare, per essere in grado di «apprendere per tutta la vita . In sintesi, le Indicazioni Nazionali e i Campi di esperienza, avendo centrato il focus pedagogico sull apprendimento come frutto dell esperienza che si matura attraverso il fare, il costruire, il produrre artefatti anche culturali, presuppongono una didattica laboratoriale e un costante riferimento al Costruttivismo, al Costruzionismo e al Capability Approach. ti «Traguardi per lo sviluppo delle competenze , ma anche di superarli, per acquisire, nel secondo ciclo, un profilo professionale e culturale più maturo e completo, frutto di un continuo e progressivo percorso scolastico di apprendimento. Pertanto, la scuola dell Infanzia e del primo ciclo hanno il compito di accogliere i fanciulli e accompagnarli per un arco di tempo significativo per la loro crescita e formazione, in un segmento evolutivo dove si pongono le basi strutturali per formare il futuro uomo e cittadino. A questo punto è necessario capire come, e con quali riferimenti paradigmatici, si possono trasformare in prassi didattica ordinaria i suddetti principi pedagogici, per progettare percorsi didattici coerenti con i bisogni formativi degli alunni e con le Indicazioni Nazionali.

L'Ora di Religione - N° 2
L'Ora di Religione - N° 2
Novembre 2023