L'Ora di Religione - N° 2

Organici in calo All incirca negli stessi giorni sono stati resi noti i dati di organico per l IRC nell a.s. 2023-24, La variabile territoriale nei quali trova conferma la tendenza negativa di A questo punto potremmo provare a incrocui si diceva all inizio. ciare i dati di organico con la In dettaglio, a livello nazioquota del concorso riservato nale, per la scuola dell infanper fare qualche proiezione zia sono previsti 2.399 posti IL NOCCIOLO puramente indicativa. Muo(-24 rispetto all anno precevendoci sempre a livello nadente) e per la scuola primaAl concorso riservato è zionale, i posti di ruolo (70%) ria se ne prevedono 10.743 sarebbero 1.679 per la scuola stato attribuito il 70% (-109). Per completezza di indell infanzia e 7.520 per la formazione, anche le cattedre dei posti. Ma il calo deprimaria, ma dato che il ruolo nella secondaria sono in calo: LNFQ@ BN RH E@ RDMSHQD è unico tra infanzia e prima4.260 nel I grado (-18) e 6.726 anche sull IRC. ria vale il totale di 9.199. Ocnel II grado (-40), per un totacorrerebbe sapere quanti di le di 24.128 posti (-191). Si questi posti sono occupati attratta di una diminuzione in tualmente da IdR di ruolo per un certo senso fisiologica, legaconoscere i posti in palio, da dividere poi tra il ta al netto calo demografico degli ultimi tempi, 70% del concorso riservato e il 30% di quello orma nel recente passato si era assistito in genere dinario. All epoca del primo concorso, nel 2004, a un aumento dei posti nell infanzia e primaria, i posti di ruolo per infanzia e primaria erano poiché il calo demografico era compensato dalla 7.933 (-1.266), ma va ricordato che venti anni progressiva riduzione degli insegnanti di classe fa gli insegnanti di classe e sezione impegnati o sezione incaricati anche dell IRC, mentre nella nell IRC erano molti di più di oggi. secondaria l andamento negativo era costante. In ogni caso, queste cifre non dicono nulla Se proviamo a fare un confronto con l orgasulle prospettive dei singoli territori, e dobbianico di un anno scolastico precedente di cui abmo pensare che soprattutto al Sud ci pobiamo a disposizione i dati, il 2015-16, vediamo tranno essere diocesi senza nemmeno un posto, che il totale nazionale è pressoché identico mentre al Nord ci saranno diocesi con centinaia (24.131), ma la distribuzione interna è molto didi posti. La variabile diocesana è dunque deciversa perché nell infanzia si arrivava a 2.515 posiva per valutare le prospettive di ciascun consti (+116 rispetto al 2023-24) e nella primaria a corso: nelle diocesi in cui i posti sono assegnati 10.983 (+240). In valore assoluto non sono differenze significative, ma dal momento che l univerquasi tutti a tempo pieno gli effetti del concorso è costituito da poco più di 24.000 posti anche so dovrebbero essere pressoché impercettibili; qualche centinaio in più o in meno sono rilevanti. dove invece i posti sono piuttosto frazionati Naturalmente, i posti in organico sono calpotrebbe esserci qualche sorpresa, ma i timori colati tutti a tempo pieno e quindi i posti reali degli insegnanti più anziani rimangono comunsono un po di più per via dei frazionamenti orari que ingiustificati. L Ora di Religione 19 Novembre 2023 FORMAZIONE IDR sul territorio, ma la linea di tendenza generale è evidente. Inoltre, è determinante la variabile territoriale: l andamento è legato alle tendenze demografiche e quindi è relativamente stabile al Nord e molto più negativo al Sud, con ulteriori oscillazioni da diocesi a diocesi (che è poi il dato che interessa concretamente ciascun IdR e che qui non possiamo analizzare). Insomma, il futuro dell IRC non è roseo in termini occupazionali, ma non lo è per tutto il mondo della scuola e per tutti gli insegnanti. E se anche la demografia dovesse avere un inversione di tendenza, ci vorranno anni perché se ne vedano gli effetti sulla scuola. ro di candidati sensibilmente superiore a quello dei posti disponibili. La scelta di differenziare la disponibilità di posti per venire incontro ai cosiddetti precari storici è sicuramente giustificata per il grave ritardo con cui si arriva a questo concorso, ma in un certo senso stupisce che proprio un Ministero che ha orgogliosamente inserito il merito nella propria denominazione si ritrovi ad adottare una procedura che fa prevalere l anzianità di servizio sui risultati delle prove d esame.

L'Ora di Religione - N° 2
L'Ora di Religione - N° 2
Novembre 2023