A SCUOLA DI PACE E AMICIZIA - La mia cameretta dentro la

PRIMARIA A scuola di pace e amicizia L esperienza di appartenere a una comunità educante La mia cameretta dentro la nostra casa Tutto è fluido, in continuo cambiamento e in costante evoluzione, ogni cosa può finire e svanire in un attimo. Si crea così una sensazione di grande incertezza, in cui la percezione dell individuo è di essere perennemente sotto attacco, di dover difendere ogni propria piccola conquista, di non sapere più qual è la propria identità e quali sono le persone su cui contare. Bauman, nel suo saggio, fa riferimento alla comunità come un posto ideale dove «tutti coloro che ci circondano non desiderano altro che il nostro bene e dove possiamo contare sulla benevolenza di tutti . Il percorso proposto ai bambini vuole far vivere loro almeno idealmente l esperienza di abitare tutti insieme nella stessa casa, prendendosi cura gli uni degli altri, senza limiti di tempo e di spazio, appartenendo a una comunità educante, dove il senso di benessere e di sicurezza di ognuno è determinato dall impegno di ogni individuo per la felicità di tutti. Dopo un breve momento introduttivo, a ogni bambino viene riconsegnato il proprio omino (vedi l articolo del mese precedente), con il compito di portare a termine la rappresentazione di sé. Se il manufatto è stato realizzato con una pasta modellabile, che aveva necessità di asciugarsi o di essere riscaldata in un forno, si può dedicare l incontro a un attività laboratoriale incentrata sulla colorazione e decorazione dei singoli omini, rimandando al successivo incontro la compo- Fraternità SERMIG Il mio spazio è nel posto dove abbiamo scelto di abitare insieme. Il percorso di educazione all Amicizia e alla Pace proposto dal Sermig per la scuola primaria prosegue in questo incontro attraverso un attività creativa che vuole aiutare i bambini a visualizzare davanti ai propri occhi la suggestione a cui si è fatto riferimento nel primo modulo, ovvero un unica casa nella quale tutti sono abitanti. Uno dei pensatori più influenti del nostro tempo, Zygmunt Bauman, nel suo saggio Voglia di comunità, ha evidenziato, per ogni individuo nella società attuale, la necessità di appartenere a una rete sociale che lo protegga e gli faccia sperimentare una sensazione reale di sicurezza. Viviamo in un mondo sempre più privatizzato e individualista, dove siamo costantemente connessi, ma rischiamo di ritrovarci soli; i nostri legami con gli altri sono diventati fragili, l appartenenza a un gruppo è temporanea, condizionata dall approvazione degli altri, da logiche di convenienza e di tornaconto personale. L Ora di Religione 40 Novembre 2023

L'Ora di Religione - N° 2
L'Ora di Religione - N° 2
Novembre 2023