L'Ora di Religione - N° 2

Secondaria di I grado Nella scuola secondaria di I grado i ragazzi cominciano a sperimentare l amicizia di gruppo come momento intenso di condivisione, di gioia, di azione comune nel perseguire un medesimo obiettivo perciò non sarà difficile per loro comprendere come viveva la prima Chiesa raccontata negli Atti degli Apostoli. La vita di gruppo può inconPrimaria La Chiesa nasce in uno trare degli ostacoli che ne comproPur non essendo facile dare una spirito di amicizia che mettono la serenità; era così anche al definizione di amicizia tutti però deve essere compreso tempo di Gesù e può essere utile vene facciamo esperienza, fin dalla e conservato per mandere come sono state risolte alcune prima infanzia, e allora nella scuola tenere l impronta origisituazioni difficili per trovare una riprimaria possiamo trovare, insieme naria di Gesù che così sposta efficace anche per le difficoltà ai bambini, le caratteristiche che la l ha voluta e fondata. di oggi: cambia il contesto, ma spesso descrivono per comprendere meil problema rimane il medesimo e alglio che cosa anima la comunità lora la Bibbia può essere una risorsa sapienziale. dei cristiani. Prima di tutto le amicizie si scelgono, La Chiesa non è solo un gruppo di amici che c è parità tra gli amici, fiducia, rispetto e stima recondividono un esperienza di fede, ma qualcosa ciproca. All amico si confidano i propri segreti, le di molto più grande e in un certo senso misteriopreoccupazioni, ma anche le gioie e le conquiste so, nel Credo, infatti, i cristiani recitano: «...credo più importanti. nell amicizia che si cerca conforla comunione dei Santi , ma che cosa significa? to, coraggio, aiuto. Gesù sceglie i suoi amici non tra La comunione dei Santi è una sorta di «connessioi migliori, tra i più bravi o quelli che hanno semne fra tutti i cristiani, presenti e passati, ancora in pre successo, ma tra le persone comuni, ciascuna cammino e già defunti, fra di loro e soprattutto con con le proprie caratteristiche e le proprie fragilità. Gesù. Lo Spirito Santo, che il Signore ha lasciato per Si pone al loro servizio come maestro e come guirimanere con noi per sempre, è la linfa che sostieda dando loro prima di tutto l esempio di come si ne questo speciale gruppo di amici che permette di può realizzare il proprio progetto di vita se si rimacondividere risorse spirituali, il bene, le cose sante, ne legati, attraverso la preghiera e l obbedienza, a la grazia dei sacramenti. Questa comunione conquell unico Padre capace di un amore infinito. sente di accumulare ricchezze spirituali che attraAmici di Gesù non sono solo i primi 12 Apostoli, verso la preghiera, l intercessione, la carità, sono di ma tutti quelli che hanno creduto e credono in Lui, e aiuto per quanti si trovano nel bisogno. La consapenella storia della Chiesa ce ne sono tanti, più noti e volezza di appartenere a questa Chiesa è già di per meno conosciuti, giovani e meno giovani, uomini sé un sostegno per quanti ci credono. e donne, e non sarà difficile trovare tra i santi e beati qualcuno vicino al luogo dove vivono i nostri bimbi per scoprirne la storia e la speciale amicizia con Gesù. NEL PROSSIMO NUMERO Naturalmente si possono conoscere anche i grandi santi, di cui forse sono noti i nomi, ma non Il silenzio è attesa, ascolto, dialogo: Maria, sempre la biografia o gli scritti che ci hanno lasciato: la Vergine del silenzio, ce lo insegna. abituare i bambini ad andare direttamente alle fonti, IL NOCCIOLO L Ora di Religione 53 Novembre 2023 PRIMARIA quando è possibile, significa anche offrire loro occasioni per «imparare a imparare , come raccomandato dalle competenze chiave di Cittadinanza, e dare valore allo scrivere per oggettivare l esperienza, lasciare un ricordo, dare una testimonianza (per una lettura dell iconografia cristiana si può vedere «Come si riconoscono i santi nei dipinti? : oppure inquadra vedi il link nei il QR code a destra). ti 12 (per la raccolta dei primi discepoli si può vedere l animazione «Gesù raccoglie i primi discepoli ; vedi il link nei , «Pagina dei link o inquadra il QR code) per condividere con loro la cosa più bella che aveva: l amore di Suo Padre. Anche Gesù, come può capitare a noi, ha sperimentato qualche delusione, non sempre gli amici ti capiscono, ma non ha mai rinunciato a stare con loro. Per tutti Gesù aveva la parola e l atteggiamento giusto capace di dare valore e sostenere quell amico particolare all interno del gruppo: così a Pietro, nonostante per paura dica di non conoscerlo, affida la sua Chiesa; e a Giovanni, l apostolo che amava forse più degli altri, affida sua madre. Ognuno di noi è diverso e può fare cose diverse, ma proprio per questo insieme è possibile fare di più e meglio.

L'Ora di Religione - N° 2
L'Ora di Religione - N° 2
Novembre 2023