L'Ora di Religione - N° 2

La scuola è oggi in un momento di crisi. Gli insegnanti spesso vivono una stanchezza che è forse più legata alla demotivazione che alle difficoltà. Come se avessero perduto il senso del loro impegno educativo. La forza della speranza è credere che educare sia possibile e porti frutto. Un insegnante non dovrebbe mai scoraggiarsi a tal punto da perdere la speranza che la sua azione sia capace di trasformare le persone e di condurle alla )LGDUVL H D GDUVL maturità. Credere che sia sempre possibile inseIspirare fiducia e dare fiducia è fondamentale gnare tutto a tutti deve costituire la motivazione per l insegnante. L esperienza dimostra che la fidudi fondo. Accanto alla consapevolezza che la scuocia è alla base della relazione educativa. Gli alunni si la resta un presidio insostituibile per opporsi all ifidano e si affidano quando percepiscono di essere gnoranza che genera superficialità, conformismo, accolti, valorizzati, incoraggiati. Quando vedointolleranza e chiude le porte al futuro. no negli occhi dell insegnante il positivo di sé, an vero che a volte sembra di non che quando sbagliano. Parafrasando ottenere risultati per la complessità Papa Francesco, è possibile dire che delle situazioni, ma è fondamentale la fiducia è la meta di un cammino di non perdersi d animo. La tenacia ascolto, prossimità, testimonianza. L insegnante di Relie la pazienza sono espressioni Dare fiducia è ascoltare. Per gione è chiamato a potenti della virtù della speranza. entrare in relazione autentica con dare forma alla proMotivare gli alunni, trovare semgli alunni e comprenderli. Ascolpria prassi educativa e pre nuove modalità per insegnare e tare senza interpretare per saper differenti strategie per far apprenCHC@SSHB@ BNM K@ CTBH@ cogliere i pensieri, ma soprattutto i dere, ricercare soluzioni creative a bisogni dei bambini. Ascoltare prie la speranza radicate problemi complessi è essere insema di parlare per non creare barnell amore fedele di gnanti che guardano lontano, che riere. Ascoltare per riconoscere le Dio in Gesù Cristo che non lavorano per raccogliere oggi, domande che si affacciano al cuore £ R@KUDYY@ C@KK@ RN Dma per avviare processi che portedegli alunni e implicano la ricerca renza, dal male, dalla ranno al risultato domani. di risposte. Ispirare fiducia è insemorte. Anche il desiderio e la gioia rignare rivelandosi nella propria auvelano l insegnante animato dalla tenticità; essere credibili perché cosperanza. Nello sguardo che va oltre erenti, solidi perché dotati di equilibrio, autorevoli le apparenze e riconosce il bene che c è nel cuore di perché capaci di orientare senza imporre. ogni alunno; sa vedere nel bambino di oggi chi potrà Farsi prossimi è accompagnare gli alunni verdiventare e desiderare che diventi la forma migliore so la crescita dell autonomia, del pensiero critico, di se stesso. Nella gioia profonda di un sorriso che della socialità. Accompagnare è coinvolgersi nella esprime benevolenza e tenerezza ed è consapevole vita dei bambini e prendersene cura. Accompagnache il futuro di bene si costruisce nell impegno quore è essere più attenti al processo che al risultato; è tidiano. E sa affidare tutto alla Provvidenza di Dio, privilegiare la ricerca perché il bambino apprenda che sa dare compimento a ogni impresa. in autonomia, ma in collaborazione con gli altri; è proporre sfide perché possa maturare la fiducia in sé e negli altri; è creare occasioni perché costruisca Nei sono a disposizione alcuni i significati che gli permettono di orientarsi nella suggerimenti per approfondire vita e lo aprano al senso religioso. l argomento. Testimoniare è essere autorevoli e assertivi perché i bambini possano affidarsi con sicurezza. Testimoniare è assumersi la responsabilità di essere guida esperta per avviare gli alunni alla crescita; è saper NEL PROSSIMO NUMERO correggere perché l errore sia occasione per apprendere di più. Testimoniare è avere uno stile comunicativo La carità, «la più grande di tutte , accogliente e non giudicante, aperto al confronto e come afferma san Paolo. non autoreferenziale, che incoraggia e promuove. IL NOCCIOLO L Ora di Religione 9 Novembre 2023 FORMAZIONE IDR Sperare e costruire il futuro sconfitto il male rendendo possibile opporsi a tutto ciò che è contrario al bene dell umanità; ha sconfitto la sofferenza nella solidarietà a chi si trova nel dolore del corpo e dell anima. Il credente fa esperienza di questa salvezza ogni volta che in unione con Dio è perdonato, sorretto e accompagnato dal suo amore; ogni volta che è capace di scegliere il bene; ogni volta che costruisce la pace.

L'Ora di Religione - N° 2
L'Ora di Religione - N° 2
Novembre 2023