L'Ora di Religione - N° 3

INFANZIA Unità di Apprendimento Ora consegnate a ciascun bambino 4 rettangoli gialli (saranno le basi delle candele). Ecco pronta la base della nostra corona dell Avvento. Ogni settimana che incontrerete i bambini consegnerete loro una fiammella da incollare o pinzare su una delle candele. Spiegate ai vostri alunni che la corona d Avvento ci aiuta a capire il tempo che manca al Natale. Quando tutte e 4 le candele saranno accese significa che il Natale è alle porte. confronto con inse-gnanti e compagni. Iniziamo la no-stra conversazio-ne sull attesa sfi-dando i bambini a riconoscere i dise-gni dell attesa; prepariamo dellee immagini e do-mandiamo ai bam-o bini se, secondo loro, qualcuno staa aspettando qual-cosa oppure no: la fermata dell autobus, una tavola apparecchiata, una mamma incinta, una fila di persone (in coda per prendere qualcosa), un bambino in auto per raggiungere una meta, un semaforo rosso, ecc.; ascoltiamo i loro racconti, domandiamo loro anche come si sente chi sta aspettando; sfidiamoli al gioco dell attesa: prendiamo una clessidra (o costruiamone una) e chiediamo ai bambini di aspettare fermi, seduti, il tempo di una clessidra (10/20 secondi). una prova difficilissima, quindi preparate una medaglia da consegnare a tutti (che ci siano riusciti o no, l importante è tentare). Noi insegnanti utilizzeremo il tempo della clessidra per prendere dalla nostra borsa un cartellone precedentemente preparato sul quale è disegnata proprio la nostra clessidra (quest azione ci servirà per far comprendere ai bambini che aspettare ci permette di prepararci); terminato il tempo della clessidra domandiamo loro che cosa hanno provato, che cosa serve, secondo loro, aspettare, e se ci sono dei momenti di attesa che ricordano; ascoltiamo i bambini con attenzione; quando le idee saranno finite srotoliamo il nostro cartellone, spieghiamo loro che tutte queste idee vogliamo mostrarle e condividerle con tutti; quindi le scriveremo sul «cartellone dell attesa ; ripetiamo le parole dei bambini e facciamoci aiutare da loro a ricordare tutto: riprendendo parte del discorso (tecnica del rispecchiamento) dei bambini (senza l aggiunta di giudizi di valore), testimoniamo loro attenzione (cognitiva ed emotiva), ma non solo; promuoviamo anche l ascolto reciproco; in questo modo i bambini sono spronati a esprimere le loro idee perché Non dimentichiamo di preparare una corona dell Avvento da inserire nel cartellone che a inizio anno abbiamo attaccato all ingresso della sezione per raccontare il nostro percorso alle famiglie. Un po di storia La corona d Avvento è nata proprio grazie all insistenza di alcuni bambini nel cercare di capire quanto tempo mancava al Natale. Ci troviamo alla periferia di Amburgo nel lontano 1839. Il pastore evangelico Johann gestisce una casa che accoglie bambini poveri. Nel periodo dell Avvento i bambini gli chiedevano sempre quando sarebbe arrivato il Natale; allora Johann appese nella stanza una ruota di legno da carro con 23 candele: 19 piccole candele rosse, una per ogni giorno della settimana, e 4 grandi candele bianche, una per ogni domenica di Avvento. Ogni giorno si accendeva una candela per arrivare a Natale. ATTIVIT Una conversazione sull attesa Se la corona dell Avvento ci dà un idea dello scorrere del tempo di attesa, il valore dell attesa possiamo sottolinearlo con una conversazione in sezione. La conversazione è fondamentale nell agire didattico, permette a noi insegnanti di conoscere le esperienze pregresse vissute dai bambini. Durante le conversazioni i bambini possono costruire ipotesi, condividere idee, mettere in dubbio le loro convinzioni a partire dal L Ora di Religione 22 Dicembre 2023

L'Ora di Religione - N° 3
L'Ora di Religione - N° 3
Dicembre 2023