RACCONTARE PER EDUCARE - Il segreto della felicità di Bruno

INFANZIA Raccontare per educare Ciascuno, per crescere bene, ha bisogno degli altri Il segreto della felicità IL RACCONTO Bruno Ferrero Salesiano, narratore A Elena piaceva moltissimo passeggiare nel bosco. Era una ragazzina dolce e un po svagata, e il paese era diventato il suo rifugio preferito. Un giorno, mentre camminava, vide una farfalla impigliata in un rovo. Con molta cura, facendo attenzione a non rovinarle le splendide ali, la liberò. Francesca Sgarrella Psicologa INTRODUZIONE 1@BBNMS@QD £ TM L@FMH BN LNCN CH BNLTMHcare. Tutte le civiltà e le religioni, all origine, hanno espresso i loro contenuti in forma narrativa, utilizzando soprattutto il mito, in quanto il racconto riesce a comunicare in profondità l esperienza umana. I racconti aprono la mente e suscitano nel cuore la spinta a immaginare un mondo più umano e per questo migliore. I racconti creano rapporti nuovi, aiutano a superare le divisioni e rompono il guscio dell isolamento. Nella cornice di un racconto, i bambini scoprono quello spazio nuovo, libero, verde, dove hanno diritto di cittadinanza la fantasia e il meraviglioso, dove l impossibile diventa possibile. I racconti sono il modo più utile per fornire ai bambini basi di speranza e di etica. L Ora di Religione La farfalla volò via per un tratto, poi, improvvisamente tornò indietro e si trasformò in una splendida fata. Elena rimase a bocca aperta, perché fino a quel momento le fate le aveva viste solo nei libri per bambini. 28 Febbraio 2024

L'Ora di Religione - N° 5
L'Ora di Religione - N° 5
Febbraio 2024