EDUCARE LE EMOZIONI - Non tutto deve piacermi di Elisabetta

FORMAZIONE IDR Educare le emozioni Il disgusto, una tra le emozioni di base «Non tutto deve piacermi Le funzioni del disgusto Elisabetta Serra Insegnante, psicologa e psicoterapeuta Gli studiosi Rozin, Millman e Fallon (in Russo, 2023, 2) hanno individuato quattro forme di disgusto, che evidenziano quattro funzioni diverse di questa emozione: Disgusto di base: è quello stimolato da alcuni alimenti, animali e prodotti corporei e questa forma di disgusto ha lo scopo di proteggere il corpo da possibili contaminazioni. Disgusto che deriva dalla nostra natura animale: esso comporta ripugnanza verso oggetti e azioni che ci ricordano le nostre origini animali ed il fatto che siamo esseri mortali ed ha la funzione di farci rimanere in contatto con il nostro istinto. Disgusto interpersonale: ha la funzione di proteggere l individuo dal contatto con altre persone non desiderate e di mantenere l ordine sociale. Disgusto morale: è attivato dalle infrazioni o disordini morali ed è volto alla salvaguardia dell ordine sociale. Da quanto descritto sinora si può comprendere quanto sia importante per la sopravvivenza della persona la legittimazione del disgusto, che non è un «capriccio , ma un emozione che serve per mettersi al riparo da stimoli sgradevoli o dannosi. Che cos è il disgusto Il disgusto è una tra le emozioni di base e, quindi, è fondamentale per la sopravvivenza dell essere umano. «Insorge quando percepiamo qualcosa di potenzialmente nocivo, ovvero pericoloso per la nostra salute fisica e/o psichica e/o per la nostra anima (Francesconi, 2023, 1). Questa emozione, nella storia dell umanità, si è evoluta per proteggere gli individui dalla contaminazione e dalle malattie. Al disgusto è associato inequivocabilmente lo stato fisiologico della nausea, che segna lo stato di rifiuto e di allontanamento che anche il corpo sperimenta quando si vive questa emozione (Angelini, 2022, 2). Questo dato ci informa che se vediamo un bambino nauseato da qualche cibo o da qualcosa non possiamo avere dubbi sul fatto che ciò che sta sperimentando è autentico disgusto. Dagli studi di Ekman e Resen (in Angelini, 2022, 3), invece, emergono due caratteristiche espressioni facciali che contraddistinguono questa emozione: la retrazione del labbro superiore e la ruga del naso, che avvisano che la persona che si ha di fronte sta sperimentando disgusto. L Ora di Religione 12 Marzo 2024

L'Ora di Religione - N° 6
L'Ora di Religione - N° 6
Marzo 2024